Omicidio Pomarelli

Elisa e Massimo entrano nel pollaio, poi l’uomo esce con il corpo della ragazza

5 ottobre 2019

Sono le 14.11 del 25 agosto, quando la telecamera di sorveglianza posta sul retro di una ditta metalmeccanica di Campogrande di Carpaneto riprende Elisa Pomarelli (vestita con una canottiera nera) e Massimo Sebastiani (indosso una maglietta chiara) entrare nel pollaio della casa dell’uomo.
L’operaio ne uscirà alle 14.21, da solo: per sua stessa ammissione aveva, infatti, ucciso la ragazza, stringendole le mani al collo. “Quando mi ha detto che non ci saremmo più visti, ho sentito una specie di scossa e la stanza è diventata buia“, ha spiegato Sebastiani, ripercorrendo con gli inquirenti quei tragici attimi.
L’uomo entrerà e uscirà più volte dal pollaio, fino alle 14.31, quando il video rivela che porta fuori il corpo senza vita di Elisa avvolto in un sacco chiaro. Lo andrà a nascondere in un bosco nella zona di Costa di Sariano, dove sarà scoperto e arrestato il 7 settembre, dopo 13 giorni di fuga.

 

 

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE