Pena sospesa

“Stalking alla ex dopo la separazione”: piacentino condannato a 10 mesi

8 ottobre 2019

Un piacentino di 46 anni è stato condannato questa mattina in tribunale a Piacenza a 10 mesi di reclusione (pena sospesa) per stalking nei confronti della ex moglie.
Il pubblico ministero Ornella Chicca aveva chiesto un anno e 4 mesi di carcere per gli atti persecutori, nel corso del processo erano cadute le accuse di violenza sessuale e maltrattamenti in famiglia.
Lo stalking sarebbe avvenuto dopo la separazione della coppia, tra il 2015 e il 2016: secondo l’accusa, l’uomo aveva più volte minacciato e molestato l’ex moglie, una donna originaria dell’Est Europa, che oggi ha 41 anni.
In particolare, ci sarebbero stati contatti telefonici ossessivi, minacce, appostamenti e in un’occasione, durante un’accesa lite, l’uomo le avrebbe strappato con la forza il cellulare, restituendolo soltanto dopo aver cancellato i messaggi che aveva inviato.
“Nessun appostamento, ma soltanto la volontà di vedere la figlia. E si trattava di sole due chiamate al giorno”, ha sempre sostenuto l’avvocato difensore Massimo Brigati.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE