Uno su tre è americano

Università Cattolica sempre più internazionale: accolti 93 studenti

8 ottobre 2019

Il campus di Piacenza e Cremona dell’Università Cattolica del Sacro Cuore diventa sempre più internazionale. Negli ultimi due anni accademici gli studenti stranieri sono saliti a quota 204, in forte aumento (+50%) rispetto a solo pochi anni fa (erano 136 nell’anno accademico 2014/15). Inoltre, nel primo semestre 2019/2020, sono 93 le matricole internazionali accolte dall’Ateneo piacentino.

Sebbene gli studenti internazionali arrivino da quasi tutti i Paesi del mondo (inclusi ad esempio Russia, Iran, Cina, Taiwan) la nazionalità più rappresentata è quella americana (equamente rappresentati i due subcontinenti del Nord e del Sud), seguita da Germania e Olanda. I giovani studenti stranieri resteranno presso il campus piacentino per un lungo periodo (fino a tre anni accademici), avendo scelto di frequentare i programmi internazionali offerti dal campus (Double Degree, Ipbs Free Mover, Study Abroad, Erasmus+, Exchange, Master), ma anche corsi di laurea magistrale e triennali, erogati  sia in lingua italiana che in lingua inglese. Il 18 settembre scorso, accolti dall’Ufficio Internazionale, i ragazzi hanno avuto modo di conoscere i loro compagni di avventura e il corpo docente-amministrativo con cui dovranno interfacciarsi. L’accoglienza si è conclusa sabato 21 settembre con una visita al caseificio “Lo Stallone” per proseguire poi alla scoperta dell’incantevole borgo di Castell’Arquato.

Una tendenza all’internazionalizzazione, quella del campus di Piacenza e Cremona, che si conferma e consolida negli anni grazie al costante ampliamento dell’offerta formativa e alle continue e proficue collaborazioni con le Università partner che lavorano per promuovere lo scambio di saperi  e conoscenze, unendo mondi e culture diverse

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE