Epas

Meeting internazionale sul paranormale, si è parlato anche di Piacenza

14 ottobre 2019

Anche una nutrita delegazione di piacentini ha preso parte al meeting internazionale di Epas (European paranormal activity society). Come ogni anno, i membri dell’associazione – presente in tutto il continente e non solo – si sono dati appuntamento per tracciare un bilancio della stagione appena trascorsa, scambiarsi opinioni ed effettuare un’indagine collettiva sul campo. Quest’anno il ritrovo è stato in Italia, precisamente tra le montagne di Fenestrelle, in provincia di Torino, dove si erge la più grande fortezza militare d’Europa. Lì si sono incontrati ricercatori del paranormale provenienti da Gran Bretagna, Irlanda, Malta e addirittura Scandinavia, tra cui appunto anche numerosi attivisti di Piacenza: più volte, infatti, il nostro territorio è stato oggetto di indagini da parte di Epas, per esempio nei sopralluoghi al castello di Rivalta, villa Carenzi, preventorio di Bramaiano e castello di Vigoleno, solo per citarne alcuni. “Nei primi tempi ci concentravamo esclusivamente sull’approfondimento dei fenomeni paranormali – hanno chiarito il presidente Massimiliano Maresca e il vicepresidente Giuseppe Ferrara – poi abbiamo iniziato a raccontare la vita di castelli, borghi e strutture abbandonate”.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTA’ IN EDICOLA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE