Il 26 ottobre ai Teatini

Omaggio al visionario David Bowie. La regista: “Vi aspettiamo truccati”

23 ottobre 2019

Uno spettacolo multidisciplinare, suggestivo e d’effetto che darà la possibilità al pubblico di presentarsi anche con abiti di “scena”. La sala dei Teatini di Piacenza ospiterà, sabato 26 ottobre alle 21, un vero e proprio omaggio a David Bowie, artista londinese scomparso nel 2016. L’evento unirà musica teatro e danza sotto il titolo: “Bowie e i poeti della luna”. In scena, da un’idea della giornalista piacentina Eleonora Bagarotti, il Quartetto d’archi Archimia, composto da strumentisti scaligeri e concertisti europei, che ha appositamente arrangiato alcune celebri hit dell’artista dai mille volti, in grado di reinventarsi.

In scena anche la compagnia di ballo dell’Accademia di danza “Domenichino da Piacenza”, con coreografie originali su brani cantati dallo stesso David Bowie: sul palco saliranno 17 danzatrici e Francesco Beltrami, danzatore affermato. A interpretare alcuni testi in lingua Inglese e con traduzione italiana sia di Bowie che di autore a lui vicini, in ambito musicale e teatrale (da Lou Reed a Bertold Brecht), gli attori Nando Rabaglia, piacentino, e Carolina Migli Bateson, italo-dublinese impegnata di recente al Globe Theatre di Londra, che cura anche la regìa della serata e invita i cittadini a presentarsi “truccati” o con abiti che ricordino il Duca Bianco.

I costumi sono stati ideati dallo stilista Danilo Filios, le proiezioni sono a cura del videomaker Roberto Dassoni che si occuperà anche di girare un video della serata da cui verrà realizzato un documentario.
La luna rappresenterà, in più momenti della serata, la linea di congiunzione d’inizio e fine evento, anche per quanto riguarda luci, scenografie originali, dipinti e opere d’arte esposte. L’iniziativa è organizzata dall’Associazione culturale ICON (che ogni anno si prefigge di promuovere un evento per ricordare un artista-icona del mondo dell’arte, della cultura, della musica, dello spettacolo e della letteratura, e in passato ha celebrato il drammaturgo e sceneggiatore anglo-ceco Tom Stoppard e lo scrittore americano Chuck Palahniuk) insieme al Comune di Piacenza e alla Fondazione di Piacenza e Vigevano con la collaborazione della Fondazione Teatri di Piacenza. L’ingresso è a offerta libera.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza