Fino a sabato

Meteo, forti precipitazioni e neve sulle vette. Torrenti sotto osservazione

7 novembre 2019

Ancora maltempo, ancora piogge. Ancora allerta meteo. L’arrivo dal pomeriggio di giovedì 7 novembre, di una nuova perturbazione nord atlantica ha portato intense precipitazioni, in aumento nella giornata di oggi, venerdì, che interessano i rilievi centro-occidentali e la pianura piacentina.

“Potranno risultare anche a carattere di rovescio temporalesco di tipo organizzato sulle zone di crinale del settore centro-occidentale, assumendo carattere nevoso sulle cime appenniniche” si legge nel bollettino della Protezione civile, che alza il livello di attenzione al colore arancione per quanto riguarda il rischio di frane e piene dei corsi d’acqua minori. Previsti anche venti da sud-ovest lungo i rilievi, forti lungo il crinale appenninico. Le temperature si manterranno sui valori attuali, con minime tra i 7 e gli 8 gradi centigradi, e massime non oltre i 12 gradi. Un miglioramento è previsto a partire da sabato.

Le piogge, che da ieri hanno cominciato a battere il territorio, hanno fatto innalzare i fiumi: Aveto, Trebbia e Nure dalle prime ore della notte e per tutta la mattinata hanno sfiorato, e in alcuni casi superato, la prima soglia di allerta. Anche l’Arda si è gonfiato, arrivando al limite della soglia arancione a case Bonini, a monte della diga di Mignano che però rimane abbondantemente sotto il livello massimo. Nessuna variazione di rilievo, per il momento, per quanto riguarda il Po.

“Arriveranno le prime nevicate – spiega Vittorio Marzio di MeteoValnure.it -. I primi fiocchi si potranno già vedere dai 1.200 metri di quota, mentre sulle vette più elevate del piacentino il manto nevoso potrà raggiungere i 20 cm”.

© Copyright 2019 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Provincia

NOTIZIE CORRELATE