Con la collega

“Così abbiamo scoperto il Klimt”: parla il tecnico che ha trovato la botola

10 dicembre 2019

 

“Stavamo pulendo le foglie quando abbiamo notato che la canalina dell’acqua non funzionava bene e l’abbiamo sistemata, a quel punto si è aperta una botola di ferro, la mia collega ha guardato all’interno e c’era un sacco nero”. Non potevano certo immaginare di aver forse scoperto un’opera del valore inestimabile i due tecnici che oggi pomeriggio, 10 dicembre, intorno alle 15, si sono imbattuti in una tela ricercata in tutto il mondo da ben 22 anni. Le analisi scientifiche dovranno stabilire l’autenticità del dipinto scoperto per caso ma intanto Mohamed Abarjnaz, uno dei tecnici impegnati nella pulizia del giardino retrostante la galleria d’arte Ricci Oddi racconta cos’è successo: “Abbiamo aperto il sacco e dentro c’era un quadro senza cornice- spiega – ci siamo messi subito in contatto con il responsabile della struttura e poi sono arrivate le forze dell’ordine che hanno transennato tutto”. I due operatori stavano togliendo l’erba e le sterparglie dal giardino che in parte affaccia su stradone Farnese quando hanno trovato l’intercapedine al cui interno era nascosto il dipinto.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE