Centri diurni

“A Natale vorrei un vasetto di Leocrema”: la società ne manda uno scatolone

11 dicembre 2019

Non c’è dubbio, Babbo Natale esiste. O meglio: vive in chiunque sia capace di aprire il cuore ai desideri altrui. In questo caso, la magica slitta con le renne è stata trainata dall’azienda Sodalis Group, leader mondiale nei mercati di salute e bellezza, che ha deciso di soddisfare i sogni di alcuni anziani dei centri diurni Unicoop di Piacenza: due settimane fa, infatti, i “nonni” e le “nonne” avevano scritto una letterina a Babbo Natale attraverso le pagine del nostro quotidiano (vedi Libertà del 26 novembre 2019, ndc) chiedendo – fra le altre cose – un vasetto di Leocrema.

In meno di due settimane, la multinazionale ha stupito tutti, perché ogni desiderio merita di essere ascoltato, a qualsiasi età e in qualsiasi capitolo della vita: ieri l’altro, così, Sodalis Group ha recapitato alla struttura per la terza età della Besurica uno scatolone pieno di prodotti cosmetici, tra cui tante confezioni di Leocrema. Una sorpresa dolce e morbida, proprio come questa storica crema che gli anziani – aiutati dagli operatori di Unicoop – non hanno esitato a spalmarsi subito sulle mani. Dentro al pacco regalo, l’azienda ha aggiunto un messaggio per gli ospiti dei centri diurni: “Abbiamo letto la vostra lettera a Babbo Natale e siamo onorati che Leocrema, uno dei nostri prodotti più storici, rientri fra i vostri desideri. Siamo lieti di partecipare alle vostre feste natalizie con questo dono. Sperando di fare cosa gradita porgiamo a tutti voi, a tutti gli operatori e ai volontari i nostri migliori auguri per uno splendido Natale”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza