Addio al pub Skiathos. I titolari-gemelli Riccardi: “Chiusura inevitabile”

22 Gennaio 2020

“E ora senza Skiathos come faremo?”. Se lo chiedono i titolari-gemelli Marco e Alberto Riccardi, pronti a costruirsi un nuovo futuro professionale. E lo ripetono con aria malinconica i clienti, disorientati dall’imminente “addio” di questo pezzo di Piacenza. Lo storico pub del Cheope, inaugurato nel 1989, chiuderà i battenti fra pochissimi giorni: dopo trentun anni di attività, i gestori dello Skiathos apriranno le porte del locale (e spilleranno la birra) per l’ultima volta. Sabato sera, si terrà una “festa di chiusura” per ringraziare e abbracciare tutte le persone che hanno frequentato a lungo questo punto di ritrovo entrato di diritto fra i simboli cittadini. C’è poco o nulla da fare: la sorte dello Skiathos è irreversibile.

“Non possiamo rinnovare l’affitto degli spazi – spiegano i fratelli Riccardi – a causa dei proprietari immobiliari che sono in concordato fallimentare e quindi non possono stipulare nuovi contratti di locazione. Purtroppo, la chiusura del pub è inevitabile”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà