Coronavirus, disinfezione ad ogni costo: impresa di Rivergaro contattata da mezzo mondo

30 Gennaio 2020

C’è un piacentino a cui l’emergenza coronavirus scoppiata in Cina sta effettivamente facendo salire la febbre.

Non a lui, fortunatamente, ma al suo telefonino, che è rovente da quando la notizia del batterio che in estremo oriente miete vittime su vittime è diventata di dominio pubblico.

Da tutte le latitudini del globo stanno cercando Roberto Facchini, imprenditore di 51 anni. Perché a Rivergaro, dove abita e dove c’è la sua fabbrica, la Infinity Biotech, produce macchine per la disinfezione degli ambienti. Rapide ed efficaci e, ciò che più conta in questo momento, con specifiche referenze per il coronavirus.

“Abbiamo ricevuto richieste per ordini importanti, da Shanghai si sono fatte avanti aziende che operano nel settore sanitario, lunedì saranno da me a Rivergaro ingegneri cinesi in arrivo da Stoccarda in Germania”.

IL SERVIZIO COMPLETO SU LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2021 Editoriale Libertà