Aggressione per vendicare una presunta violenza a un’amica: denunciati

10 Febbraio 2020

C’è una presunta violenza sessuale ai danni di una giovane alla base della spedizione punitiva di tre marocchini tra i 33 e i 37 anni nei confronti di un piacentino di 34 anni.
Tutto è partito da un bar della periferia cittadina, dove il gruppetto si era ritrovato una sera. L’italiano, stando a quanto ricostruito da Procura e carabinieri, avrebbe poi accompagnato la giovane a prendere le sigarette, ma secondo il racconto della ragazza avrebbe accostato l’auto in un luogo appartato e provato ad avere un rapporto con la forza. Di fronte al rifiuto, avrebbe rimesso in moto e raggiunto gli altri in un chiosco in cui si erano nel frattempo spostati.
All’arrivo, la giovane scoppiò in lacrime, raccontando ai marocchini l’accaduto e scatenando la loro reazione inferocita. L’italiano, preso a calci e pugni, fu costretto a barricarsi in un furgone per panini fino all’arrivo dei carabinieri.
Una storia avvenuta nell’agosto scorso sulla quale la Procura della repubblica di Piacenza ha recentemente chiuso le indagini: il 34enne denunciato per il tentativo di violenza sessuale (che nega categoricamente), i tre marocchini per l’aggressione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà