E' piacentino

Dal teatro pieghevole al comodino lievitante: Matteo e le sue invenzioni

14 febbraio 2020

Avere un’idea e concretizzarla. Ci riesce Matteo Ziliani, piacentino di 46 anni, tecnico teatrale, dotato di creatività e manualità fuori dal comune che gli consentono di tradurre in opere materiali i pensieri che affollano la mente. Mentre la maggior parte delle persone destina i materiali di scarto alle isole ecologiche, Matteo conferisce loro una nuova vita all’insegna dell’utilità e dell’originalità. Sono nati così il teatro pieghevole di un metro cubo, l’orologio rosario, lo sgabello chitarra e poi il comodino lievitante, la sfera sonora e un’infinità di oggetti dei più svariati materiali.

“E’ come trovarsi di fronte un problema matematico e risolverlo, quando si riesce si prova grande soddisfazione” spiega il piacentino, il quale confessa che per mille oggetti creati altrettanti sono rimasti incompiuti. Secondo Ziliani il fattore determinante è il tempo. “Secondo me va sfatato il tabù secondo cui certe cose non si possono fare, bisogna avere tempo e determinazione. La manualità nasce con l’esperienza e con la voglia di imparare ad arrangiarsi”.

L’auspicio del piacentino è quello di poter condividere le idee con altri inventori. “Spero che in futuro si possa trovare uno spazio pubblico a Piacenza in cui tutte le persone che hanno idee le possano scambiare” ha dichiarato Ziliani.
La prossima opera, in vista dell’estate, sarà una cassa acustica da esterni ricavata in un blocco di cemento.

 

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

CATEGORIE: Cronaca Piacenza