Caso di meningococco, assalto all’Ausl per la profilassi. Titolari della Corte: “Nessun pericolo”

15 Febbraio 2020

Sono ancora serie le condizioni del 30enne ricoverato nel reparto di malattie infettive dell’ospedale di Piacenza colpito da meningococco. La prognosi dei medici è riservata. Intanto nel pomeriggio del 15 febbraio, l’ambulatorio del dipartimento di salute pubblica di piazzale Milano è rimasto aperto fino alle 18 per attuare la profilassi alle persone che sono entrate in stretto contatto con il giovane negli ultimi dieci giorni. La mattina del 16 febbraio ci si potrà rivolgere al reparto di malattie infettive dalle 9 alle12. La profilassi consiste nell’assunzione di una pastiglia di antibiotico. Sono stati invitati dall’ausl a farlo anche coloro che hanno frequentato “La Corte” di Borgonovo nella notte tra sabato 8 e domenica 9 febbraio ma solo nella fascia oraria tra le 2 e le 4, quando il giovane era presente all’interno del discopub. In giornata si è registrato un vero e proprio assalto con oltre 80 persone che si sono presentate in piazzale Milano.

I titolari del locale fanno sapere che “non c’è nessun pericolo, solo chi è entrato in stretto contatto nelle due ore in cui il giovane ha frequentato il locale può correre il rischio di essere stato contagiato e solo attraverso uno scambio di liquidi”. Il discopub è aperto, l’attività prosegue regolarmente e “gli avventori non devono avere alcun timore – spiegano i proprietari. “Il locale non è a rischio di contagio di alcun tipo, poiché il batterio si può trasmettere solo tra individui” – ribadisce la nota. “La Corte” esprime poi piena solidarietà e un augurio per una pronta guarigione alla persona colpita da questa infezione.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà