Lite in casa: “Faccio un macello” e punta un coltello contro i poliziotti

19 Febbraio 2020

Chiama la polizia per una lite in famiglia: “Non ne posso più venite” ma il “carnefice” è proprio lui. Protagonista un 26enne residente a Quarto di Gossolengo. Quando gli agenti sono arrivati, il giovane li ha accolti sulla porta di casa urlando “Faccio un macello” e brandendo un grosso coltello da cucina. La polizia è riuscita, dopo diversi tentativi, a calmare il 26enne e a portarlo in Questura. E’ stato arrestato con l’accusa di minacce aggravate e resistenza a pubblico ufficiale. Processato per direttissima stamattina, 19 febbraio, è stato rimesso in libertà, dopo la convalida dell’arresto, con obbligo di firma. Il processo è stato rinviato ad aprile.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà