Coronavirus: oltre 800 contagi in Italia, le vittime salgono a 21

28 Febbraio 2020

Ad oggi, 28 febbraio, in Italia sono 821 i contagiati accertati di coronavirus, di cui la metà in isolamento domiciliare in quanto asintomatici o con sintomi lievi. Oltre 300 sono ricoverati negli ospedali, di cui 65 in terapia intensiva. Ventuno le vittime, quarantasei le persone guarite. A Lodi si registra una vera e propria emergenza con oltre 50 ricoverati all’ospedale negli ultimi giorni.

“Non è una situazione facile, non potrà essere risolta velocemente”. Lo ha affermato il professor Massimo Galli, direttore delle Malattie infettive dell’ospedale Sacco di Milano, nel corso di una conferenza stampa a Palazzo Lombardia nel pomeriggio. “Non bisogna limitarsi agli interventi nella zona rossa – aggiunge – ma occorre adottare misure che portino l’intera area metropolitana fuori dai guai. E’ una medicina amara, ma non ci sono alternative”. E alla luce di queste affermazioni, e dei nuovi dati emersi, la regione Lombardia propone di prorogare le misure adottate fino ad oggi, compresa la chiusura delle scuole, per altri sette giorni.

“Intendiamo mantenere per un’altra settimana sia nei Comuni della zona rossa che in tutta la regione gialla le misure previste dall’ordinanza di domenica scorsa. Questa è la nostra proposta”. Lo ha detto l’assessore lombardo al Welfare Giulio Gallera aggiungendo che in Lombardia sono stati effettuati 4.835 tamponi di cui il 75% è risultato negativo. In Lombardia si registrano 531 positivi al Coronavirus. La regione Emilia Romagna invece ha convocato una conferenza alle 19 per fare il punto della situazione e annunciare i provvedimenti previsti. La minaccia per l’epidemia di coronavirus al livello mondiale è stata elevata a livello “molto alto”. Lo ha detto il direttore generale dell’Oms Ghebreyesus.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà