Paga il vino con assegni rubati, pregiudicato arrestato dai carabinieri

03 Marzo 2020

Pagava a un’azienda vitivinicola di Borgonovo le forniture di vino con assegni rubati, ma i carabinieri lo hanno scoperto e arrestato. In manette è finito, un 70enne residente  in provincia di Milano, pregiudicato, per truffa e ricettazione.
I militari di Borgonovo nei giorni scorsi avevano ricevuto una denuncia-querela da parte del titolare di un’azienda vitivinicola della zona per truffa: un cliente aveva ordinato in due occasioni 40 cartoni di vino con consegna fissata in provincia di Milano ed in entrambe le occasioni aveva saldato i cartoni, consegnati dal corriere della ditta, con due assegni che all’atto dell’incasso risultavano oggetto di furto. Così, al terzo ordine effettuato dal presunto truffatore, i militari si sono appostati poco distante dal luogo della consegna e, una volta accertato che l’autista avesse scaricato la merce ordinata ed aver ricevuto dal 70enne pregiudicato  un altro assegno bancario, sono prontamente intervenuti, appurando immediatamente che il titolo bancario faceva parte del carnet di assegni rubato a Milano poche settimane prima.
L’uomo, dopo le formalità di rito, è stato arrestato e messo ai domiciliari.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà