Coronavirus

Nuovi posti letto a Piacenza e Cortemaggiore per l’emergenza

9 marzo 2020

“La rete regionale degli ospedali sta funzionando per contrastare il Covid-19”. Lo ha confermato Luca Baldino, direttore generale dell’Ausl di Piacenza. Su 261 casi si contano 50 pazienti ricoverati in Terapia intensiva: 21 accolti tra Piacenza e Castel San Giovanni e 29 suddivisi in altre strutture tra Reggio, Bologna, Ferrara e Rimini. Risultano quindi 211 i pazienti che non necessitano di Terapia Intensiva. La sinergia con le altre strutture ospedaliere lungo la Via Emilia ha dunque “alleggerito” strategicamente la Terapia intensiva della nostra città.

L’Ausl ad ogni modo prosegue nel creare più posti letto possibile per accogliere pazienti con il coronavirus. I presidi di Castel San Giovanni e Fiorenzuola risultano ormai dedicati all’emergenza, mentre sono 6 i reparti totalmente Covid a Piacenza.

La collaborazione con la clinica Piacenza, che ospiterà alcune prestazioni chirurgiche solitamente in carico all’Ausl, permetterà di rendere ancora più incisiva l’azione di contrasto alla nuova influenza arrivata dalla Cina.

Per i pazienti che dovranno essere seguiti da vicino anche nel periodo di convalescenza si preparano due soluzioni: l’ex ospedale di Cortemaggiore (30 posti letto dal 13 marzo) e i locali di “Tracce” in via Buozzi a Piacenza che dovrebbero essere pronti tra mercoledì 11 e giovedì 12 marzo.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza