L’appello del prefetto Falco: “Sacrificio di tutti necessario per uscire prima dall’incubo”

09 Marzo 2020

“Piacenza deve fare squadra, servono rinunce perché l’incubo coronavirus finisca il prima possibile”.  Il prefetto Maurizio Falco è intervenuto a Telelibertà con un appello rivolto all’intera comunità, ribadendo che la prefettura resta in prima linea per ascoltare le istanze di tutti.

“Bisogna rimanere a casa. L’ultima ordinanza del governo costringe a guardare in faccia il problema. Servono sacrifici per poter tornare alla normalità alla svelta – ha ribadito Falco -. Le forze dell’ordine vigileranno, ma confido nel buonsenso. Tutti abbiamo anziani in casa e serve coscienza sociale”

Chi infrange i divieti rischia grosso, “i trasgressori saranno sanzionati, tutti ora sono avvertiti”, ha proseguito il prefetto. Secondo Falco, le prossime 48 – 72 ore  saranno decisive per vedere se Piacenza abbia compreso la situazione in tutta la sua gravità.

“Oggi ho visto maggiore sensibilità verso normative e divieti”, ha proseguito il prefetto stigmatizzando il comportamento di chi fa il furbo o finge di non capire. “Spostarsi meno possibile è una rinuncia necessaria, perché solo così l’incubo finisce rapidamente. E’ anche una questione di rispetto nei confronti di medici, infermieri e soccorritori che stanno lavorando per noi senza pause”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà