Baldino: “Polmoniti in calo, da oggi tamponi analizzati all’ospedale di Piacenza”

13 Marzo 2020

“Recentemente il numero di polmoniti registrate nel Piacentino è lievemente calato: al momento ne stiamo curando circa 350. Il picco è atteso nei prossimi due o tre giorni, dopodiché speriamo che l’emergenza Coronavirus possa smorzarsi, così come è accaduto nel Lodigiano”.

Lo ha riferito il direttore generale dell’Ausl di Piacenza, Luca Baldino, intervenuto in diretta telefonica su Telelibertà. Innumerevoli i temi toccati, a cominciare dalle previsioni relative al numero dei contagi nel nostro territorio.

“I dati che ci arrivano in questo senso – ha spiegato Baldino – sono sempre meno significativi. Ultimamente, infatti, sottoponiamo a tampone solo quelle persone che presentano chiari sintomi di positività. A questo proposito, nei prossimi giorni, recupereremo un gran numero di ‘tamponi arretrati’, dato che da oggi il laboratorio analisi dell’ospedale di Piacenza è completamente autonomo: non dovremo più dipendere dai laboratori regionali per quanto riguarda le analisi. Per questo, con ogni probabilità, registreremo un incremento del numero dei contagi, che ad ogni modo non corrisponderà ad una crescita reale”.

Tragico anche oggi, invece, il bilancio relativo ai decessi: “E’ una lista che purtroppo vediamo allungarsi di giorno in giorno – ha spiegato – e che sta colpendo tutti, cittadini e operatori sanitari. In queste ore ci stiamo rendendo conto della letalità di questo virus, qualcosa che vogliamo arrestare”.

Baldino ha parlato anche dell’incremento dei posti letto riservati ai pazienti: “Fin dal primo giorno l’Ausl di Piacenza ha cercato di reperire nuovi posti letto Covid. Proprio oggi ne abbiamo aggiunti altri otto alla terapia intensiva, le nostre strutture stanno subendo in queste ore una fortissima pressione ma per il momento stiamo reggendo grazie a continue riorganizzazioni. Inoltre, devo segnalare un dato incoraggiante: diversi operatori sanitari contagiati stanno a poco a poco guarendo. Ci daranno una grossa mano, visto che torneranno al lavoro e saranno praticamente immuni da un eventuale nuovo contagio”.

Un’ultima battuta Baldino l’ha riservata al grande cuore dei piacentini, che in poche ore sono riusciti a mettere a disposizione diversi alloggi per il personale sanitario in arrivo da altre città: “I cittadini sono stati straordinari – ha affermato. – In brevissimo tempo, infatti, l’offerta ha superato la domanda. L’emergenza alloggi è stata così risolta. Un grazie anche sul fronte donazioni. In soli due giorni abbiamo superato il milione e mezzo di euro, offerte provenienti sia dal singolo cittadino che da associazioni e fondazioni. Ingente anche la quantità di cibo fatto recapitare ai nostri operatori impegnati nei vari ospedali. Piacentini straordinari anche in questo senso”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà