Si ritrovano per drogarsi e ubriacarsi nonostante i divieti: denunciati

17 Marzo 2020

I carabinieri hanno tracciato un bilancio dei controlli legati alle disposizioni del governo per limitare il contagio da Coronavirus.
Due ristoranti (uno a Pontenure e uno a Piacenza) sono stati sanzionati e segnalati per la sospensione dell’attività perché erano ingiustificatamente aperti dopo l’orario previsto per la chiusura (le 18.00) con all’interno alcuni avventori.
Ma i militari hanno accertato anche altre violazioni, in particolare, alcuni giovani, provenienti da un comune limitrofo, che si sono radunati a Vigolzone per consumare bevande alcoliche ed altri che si erano riuniti a Castel San Giovanni per consumare stupefacente.
Tutti sono stati denunciati, al pari delle prostitute trovate lungo le arterie stradali di Piacenza, a coloro intenti a svolgere attività di volantinaggio a Rivergaro e Gazzola, a giovani entrati in un centro sportivo di Rottofreno, scavalcando il cancello, per giocare una partita di calcetto.

A volte fantasiose e insostenibili le giustificazioni addotte dagli automobilisti in transito ingiustificatamente, che si sono appellati anche al desiderio di recarsi presso il panificio o il negozio di alimentari preferito.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà