Coronavirus

Non è tempo di Erasmus: “Preferisco lasciare l’Inghilterra e tornare a Piacenza”

22 marzo 2020

Ha interrotto in fretta e furia l’Erasmus in Inghilterra, contattando la Farnesina per capire come e quando tornare in Italia. La piacentina Federica Mora, 21 anni, fa parte dei numerosi studenti che – in questi giorni di emergenza Coronavirus – si trovano in mobilità all’estero. “In questo momento sono a Nottingham, ma ho ritenuto più saggio organizzarmi per rimpatriare, come mi è stato consigliato anche dagli uffici scolastici – spiega la ragazza -. Attraverso l’unità di crisi ho acquistato il biglietto per un volo diretto da Londra a Roma in programma la prossima settimana, dopodiché mi sottoporrò a quattordici giorni di isolamento precauzionale in seguito al viaggio”:

Federica frequenta la facoltà di fashion e design dell’università di Milano: dall’inizio di gennaio si è trasferita in Inghilterra per vivere un capitolo di vita fuori dai confini nazionali. Un’esperienza che purtroppo si è chiusa prima del previsto: “Originariamente, dovevo tornare in italia il 5 giugno. Ma l’allerta del Covid-19 ha stravolto tutto”. Nel frattempo in Inghilterra – dove tuttora si trova la studentessa piacentina – la situazione si fa sempre più tesa e incerta: i contagi aumentano e il governo britannico sta adottando i primi provvedimenti anti-Coronavirus. “Già nei giorni scorsi – fa sapere Federica – l’università di Nottingham ha sospeso le lezioni frontali, pur mantenendo in attività la biblioteca, la palestra e i laboratori”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza