Intervista al questore

“Meno furti ma più liti domestiche”. Gli effetti del virus sulla sicurezza

29 marzo 2020

“A Piacenza i reati contro il patrimonio risultano in calo, ma si accentuano le problematiche legate alle liti in famiglia e alle sofferenze psicologiche”. È il quadro tracciato dal questore di Piacenza Pietro Ostuni sul fronte della pubblica sicurezza in questo periodo segnato dall’emergenza Coronavirus.

Ovviamente, poi, c’è l’ampio capitolo di chi trasgredisce le limitazioni per il contenimento del Covid-19, talvolta anche con tentativi di giustificazione grotteschi. “Abbiamo riscontrato diverse violazioni sugli spostamenti, che tuttavia negli ultimi giorni sono diminuite. La gente sta capendo che restare in casa è assolutamente essenziale. Anche i giovani hanno compreso il messaggio. In assenza di esigenze comprovate di lavoro, necessità o indifferibile urgenza, si può andare incontro a una sanzione da 400 a tremila euro”.

Quali altri ripercussioni derivano dal regime di quarantena? “La questura ha ricevuto alcune telefonate di persone in condizione di forte solitudine, prive di punti di riferimento. Inoltre, tante donne potrebbero subire violenze di genere tra le mura di casa, dove sono costrette a restare a causa del Coronavirus. Non devono esitare a contattarci”.

A proposito dell’appello diffuso da Editoriale Libertà volto a non diffondere illegalmente le copie digitalizzate del quotidiano, il questore Ostuni puntualizza: “Siamo stati informati, si tratta di un reato che perseguiremo”.

L’INTERVISTA COMPLETA SUL QUOTIDIANO LIBERTÀ IN EDICOLA

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza