Giovani piacentini

Nasce collettivo di creativi: “Voce all’arte anche in questo periodo di allerta”

29 marzo 2020

Fotografia, video, informatica e grafica oltrepassano i confini puramente professionali per trasformarsi in arte quotidiana. Il neonato progetto di sei giovani piacentini guarda proprio in questa direzione: alimentare la vena creativa di ciascuno, anche al di fuori del contesto lavorativo di ogni giorno. Si chiama Lb1artist ed è una sorta di collettivo fondato sui social network: Andrea Bergonzi, Luca Iulianetti, Mattia Gambolò, Martina Renzulli, Federico Ditondo e Davide Losi hanno aperto un canale Instagram con l’intento di coinvolgere il maggior numero di “artisti del ventunesimo secolo”. Ovvero fotografi, programmatori informatici, grafici, disegnatori, videomaker e non solo.

Lb1artist – spiegano gli ideatori – si muove da una visione comune, cioè la bellezza delle espressioni artistiche che spesso restano solo all’interno delle aziende, senza avere la possibilità di manifestarsi all’esterno. Troppe volte, infatti, si viene soffocati da lavori su commissione. Ecco, dunque, il nostro progetto di realizzare un’etichetta che riunisca gli artisti moderni, impegnati nei campi di grafica, disegno, fotografia, videografia e, perché no, anche informatica”.

Lb1artist ora vuole fare la sua parte anche per rendere meno cupo il panorama della dura emergenza sanitaria che sta vivendo il nostro territorio: i fondatori del progetto hanno lanciato un’iniziativa per invitare chiunque a pubblicare i propri lavori creativi. “In queste settimane davvero difficili, lo scopo è quello di impegnare in maniera costruttiva la quotidianità, spronando gli utenti a riprendere in mano le loro passioni. Invitiamo la gente a inviarci su Instagram disegni, foto, video, costruzioni o qualsiasi altra cosa derivi dall’ingegno. Al termine di questo periodo, infine, ci piacerebbe confezionare un’opera unica da regalare all’ospedale di Piacenza”. Per qualsiasi informazione bisogna scrivere all’indirizzo email [email protected]

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE