Nel Piacentino 495 vittime. Sesta provincia in Italia per contagi: 2.475

30 Marzo 2020

E’ un bollettino di guerra che sembra non arrestarsi. Nella provincia di Piacenza, da quando è scoppiata l’epidemia di Coronavirus, poco più di un mese fa, il bilancio dei morti continua a salire di giorno in giorno e la luce in fondo al tunnel sembra ancora lontana. A ieri, 29 marzo, si contavano 495 decessi. Nel pomeriggio arriveranno i nuovi dati e quasi sicuramente il nostro territorio dovrà fare i conti con il superamento delle 500 vittime. Un dolore senza fine che vede un flebile spiraglio nelle previsioni del commissario Sergio Venturi della Regione Emilia Romagna che ha parlato di “risultati che si vedranno nei prossimi giorni”. Ma ora a preoccupare sono le case protette dove sono presenti tanti anziani. Sempre Venturi ha spiegato che “restano l’unico vero focolaio di infezione”.

A Piacenza città si concentra il maggior numero di contagiati che supera quota mille, (1.023) con 33 positivi in più rispetto al giorno precedente. Fiorenzuola ha 129 positivi, con l’aumento di un solo positivo. Rottofreno 88, Castel San Giovanni 82, Rivergaro 81. A seguire tutti gli altri comuni. Cerignale e Morfasso restano i paesi meno colpiti.

Come si evince dai dati forniti dal Ministero della Salute, Piacenza è la sesta provincia in Italia per numero di contagi, la prima dopo : Bergamo (8.527), Milano (8.329), Brescia (8.013), Torino (3.933) e Cremona (3.762). Piacenza nel conta 2.475.

I contagi per provincia

Numero contagi nei comuni

© Copyright 2021 Editoriale Libertà