I piacentini vogliono informazione di qualità: 14 milioni di pagine lette in un mese per Liberta.it

01 Aprile 2020

Il mese di marzo si è chiuso con numeri importanti anche per quanto riguarda l’informazione, in particolare quella del nostro sito internet, a dimostrazione che i piacentini desiderano rimanere aggiornati sugli sviluppi dell’epidemia, sulle storie – anche a lieto fine – sui limiti imposti dai vari decreti.

Tenersi aggiornati sull’andamento del contagio, e soprattutto sui comportamenti da tenere – dal modo corretto di lavarsi le mani alla distanza minima da tenere con le altre persone, dalle limitazioni agli spostamenti agli accorgimenti per limitare la diffusione del virus – è una pratica fondamentale, che passa necessariamente attraverso i vari media di comunicazione.
Giornali, tv, e i siti internet di informazione, sono la fonte primaria di notizie e aggiornamenti, e gli italiani e i piacentini in modo particolare stanno dimostrando, oltre al senso civico, anche la responsabilità di consultarli per rimanere al passo con una evoluzione – non solo di autocertificazioni, ma soprattutto di, ordinanze e di curve di contagio – che cambia giorno per giorno.

La testimonianza di questo approccio consapevole arriva anche dai numeri di accesso al nostro sito internet, che nel mese appena concluso ha visto un importante aumento di utenti (che ha oltrepassato gli 1,2 milioni in un mese), così come le pagine visualizzate, quasi 14 milioni.

Il merito, va detto, non è solo di chi ogni giorni lavora per raccogliere,valutare, verificare e trasformare in notizie la grande mole di informazioni che l’emergenza purtroppo mette a disposizione, ma anche di tutte le persone che – con il loro grande sforzo per guarire e salvare vite umane – generano indirettamente fatti che meritano di essere raccontati.
Storie che grazie alla tv, sono riuscite a portar fuori dai corridoi e dalle stanze di ospedale l’istantanea di quello che medici e infermieri vivono là dentro, trasmettendo a chi è a casa sensazioni, paure e speranze di pazienti e personale sanitario.

Come ad esempio, ma è solo l’ultimo in ordine di tempo, l’intervento del primario di Pediatria dell’ospedale di Piacenza, Giacomo Biasucci, che in meno di 24 ore ha superato le 100mila visualizzazioni.

Stessi risultati con i post su ordinanze e limitazioni, sulle novità in merito alla gestione dell’emergenza, ma anche sul ricordo di chi purtroppo è stato vinto dal virus, a dimostrazione del fatto che i piacentini stanno partecipando all’emergenza, nel rispetto delle ordinanze e nel mantenersi aggiornati con una informazione di qualità.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà