“A causa del blackout di Inps centinaia di lavoratori in attesa di sostegno”

03 Aprile 2020

“Da più di tre giorni non siamo in grado di soddisfare le centinaia di richieste degli utenti”. Le segreterie provinciali di Cgil, Cisl e Uil denunciano il malfunzionamento del sito online dell’Inps. “Fin dal primo giorno di questa grave emergenza Coronavirus i servizi offerti dai patronati si sono svolti in modalità telefonica e telematica. Quotidianamente decine di operatori svolgono pratiche e danno supporto a lavoratori e pensionati, seppur a distanza e senza poter accogliere il pubblico. Da alcuni giorni però – sottolineano i sindacati – le nostre possibilità di dare risposta ai tanti che hanno perso il lavoro, che chiedono di usufruire di congedi parentali o contributi economici sono impedite dal blocco nell’accesso al sito dell’Inps. La fascia oraria riservata ai patronati e sbandierata dal presidente nazionale dell’ente non è effettiva”.

“Chiediamo che la direzione centrale dell’Inps – concludono i referenti di Cgil, Cisl e Uil – provveda immediatamente a risolvere i problemi tecnici della propria piattaforma e a dare l’effettiva possibilità di operare ai patronati che rappresentano lavoratori, disoccupati e pensionati in grave difficoltà”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà