I soldi degli alunni aiutano la Croce rossa. “Iniziativa aperta a tutte le scuole”

04 Aprile 2020

I soldi raccolti dagli alunni della primaria “Pietro Giordani” di Piacenza serviranno a sostenere la Croce rossa. L’iniziativa solidale, partita dalla classe III B, è stata estesa alle scuole del Terzo circolo e dell’intera città. Un segno di vicinanza dei bambini e delle famiglie ai soccorritori che ormai da oltre un mese stanno fronteggiando l’emergenza coronavirus.

“Il fondo cassa che doveva servire a sostenere le spese nel corso dell’anno scolastico è rimasto inutilizzato per la sospensione dell’attività didattica – spiega Viviana Gioia, rappresentante della III B -. Abbiamo pensato potesse essere utile per una nobile causa  ed è scattato il passaparola. Molte classi hanno immediatamente aderito alla nostra proposta”.

Gioia ha informato il preside Romeo Nicola Manno che ha accolto con entusiasmo l’idea della raccolta fondi nata in maniera spontanea, rilanciando la proposta a tutto il Terzo circolo e indicando le coordinate bancarie per aderire alla catena di solidarietà partita dal plesso di via Giordani.

La Croce rossa di Piacenza, informata dell’iniziativa, ha ringraziato le famiglie e gli scolari con una lettera firmata dal presidente Alessandro Guidotti. “Anche il vostro contributo verrà utilizzato per l’acquisto di una vettura attrezzata per il trasporto di farmaci e consegna spesa al domicilio delle persone inferme o comunque impossibilitate ad uscire di casa”.

L’iniziativa partita dal “Giordani” è stata estesa ad altre scuole della città. “Ringrazio il preside Manno per aver coinvolto il Terzo circolo, come genitori di una singola classe non ce l’avremmo mai fatta a raggiungere tutti – conclude Gioia -. Mi auguro che anche altri circoli e altri plessi aderiscano alla gara di solidarietà pro Croce rossa. Insieme potremmo raccogliere una somma sicuramente importante per raggiungere l’obbiettivo illustrato dal presidente Guidotti”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà