Il Covid-19 in arretramento ma Piacenza non può mollare la presa. Case di riposo sotto osservazione

12 Aprile 2020

Una Pasqua che ancora non sa totalmente di resurrezione per una città come Piacenza che ieri, sabato 11 aprile, ha raggiunto la mostruosa cifra di 699 decessi dall’inizio dell’emergenza Coronavirus. Dopo un mese però, anche il dato dei morti per il Covid-19 è tornato al di sotto della doppia cifra: sei i piacentini che non ce l’hanno fatta e che proprio ieri si sono arresi al virus. Oltre 3mila positivi tra città e provincia, si spera che il trend intrapreso possa finalmente condurre allo zero in fatto di morti da Coronavirus; a preoccupare ora rimangono alcune delibate situazioni all’interno delle case di riposo. Sono state 126 morti dalle prime settimane di emergenza fino al 26 marzo. Numeri che dovranno essere oggetto di robusto approfondimento e che sono terreno di analisi da parte di Ausl e Regione Emilia-Romagna per capire quanto accaduto in queste settimane.

Su Libertà in edicola l’approfondimento sulla delicata questione.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà