“Per la Fase 2 un filtro nei negozi: entra solo chi indossa la mascherina”

17 Aprile 2020

Un “occhio intelligente” che prova la febbre e verifica il corretto utilizzo della mascherina. Il tutto in poco più di cento millisecondi. È l’invenzione cinese che la ditta piacentina Digital Technologies sta proponendo sul mercato italiano per preparare le grandi aziende e i piccoli negozi all’ipotetica fase due dell’epidemia: permettere l’accesso solo ai clienti che rispettano le misure protettive anti-coronavirus. Lo spiega il responsabile Matteo Baldini: “Si tratta di uno scanner innovativo che è stato sviluppato in Cina da uno stabilimento produttivo col quale vantiamo una collaborazione proficua”. In estrema sintesi, la società piacentina sta sperimentando la vendita di una sorta di tablet che – una volta installato all’ingresso di un’attività commerciale – consente di filtrare l’accesso dell’utenza in buono stato di salute e fornita di dispositivi di protezione individuale. In che modo? “Le persone – specifica Baldini – si posizionano davanti all’obiettivo, circa a un metro di distanza. Lo scanner, nell’arco di cento millisecondi, misura la temperatura corporea e individua o meno la presenza della mascherina sulla bocca. Se i parametri sono adeguati, quindi, si accende una luce verde che permette l’ingresso del cliente. Nell’ottica della fase due dell’emergenza sanitaria – osserva l’imprenditore piacentino – sarà fondamentale dotarsi di sistemi simili per avviare la ripresa economica e limitare il più possibile la diffusione del Covid-19”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà