I parrucchieri piacentini: “Riapertura il 25 maggio? Per molti sarebbe la fine”

20 Aprile 2020

E’ difficilissimo il momento che sta attraversando il settore degli acconciatori, fatto di migliaia di imprese e di lavoratori nel nostro territorio.
Edilia Bolzoni (titolare di un salone di parrucchiera in città) ha scritto al sindaco di Piacenza e presidente della Provincia Patrizia Barbieri, anche a nome di numerose colleghe. “In merito alla data presunta per la riapertura del 25 maggio della nostra categoria – si legge – chiediamo per favore che possa essere rivista questa situazione considerando gli eventuali disagi, economici e non solo che accuseremo se non riapriremo al più presto. Sono passati ormai settimane dalla chiusura del 12 marzo senza poter pagare stipendi, fornitori, utenze e se la situazione si protraesse ancora di un mese saremmo costretti a chiudere l’attività, perché in pochi riusciremo ad aprire e pagare tutto, rischiando di fare debiti sopra altri debiti”.
I parrucchieri sono certi di poter operare in assoluta sicurezza: “Lavoriamo con prodotti a base alcolica e chimica, quindi nei nostri ambienti è più difficile che vi sia il ristagno di virus. Sappiamo perfettamente che la distanza tra cliente e operatore è importante, ma faremo attenzione ad utilizzare i dispositivi di prevenzione e tutela (compresi i presidi usa e getta) utilizzando addirittura due mascherine al posto di una. Della nostra categoria se ne parla pochissimo, ma non è meno importante delle altre”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà