Un fiore per ricordare Leo, il pasticcere di “Calamari”. Aveva 48 anni

22 Aprile 2020

Un fiore rosso è stato lasciato sulla saracinesca del bar pasticceria Calamari di via Roma. Un omaggio al pasticcere Leonardo Dolcini, morto a 48 anni a causa del Coronavirus.

Il locale aveva chiuso prima che entrassero in vigore le disposizioni governative. L’altro giorno improvvisa è arrivata la notizia della scomparsa di Leonardo, che tutti conoscevano come “il Leo” e che lascia la madre e la sorella.
“Siamo stati amici per tanti anni perché abbiamo fatto le medie insieme – spiegano alcuni suoi coetanei che lo frequentavano – è sempre stato una persona eccezionale, uno che fra l’altro al suo lavoro ci teneva tantissimo”.

“Lo conosco fin da quando era piccolo – ricorda la storica barista di via Roma Mariuccia Trenchi – Leonardo era un “figlio” di questo quartiere. Aveva iniziato alla pasticceria Rizzi poi i piacentini lo lo ricordano dietro il bancone della Muntà prima che diventasse il ristorante che è oggi e poi lavorava da Calamari da una decina di anni. Un professionista che sapeva fare il suo lavoro e lo faceva bene, gli piaceva, ci teneva”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà