Chiara Sala, architetto a Oslo: “Orgogliosa di come sta reagendo Piacenza”

25 Aprile 2020

Alle uscite limitate a causa del rigido inverno norvegese era abituata Chiara Sala, 27enne di Vernasca che da alcuni anni vive a Oslo. Quest’anno però, anche se l’inverno è finito, le uscite restano limitate a causa dell’emergenza Coronavirus. La pandemia ha interessato il Paese scandinavo e in particolare la capitale Oslo dove si sono registrati quasi duemila dei seimila casi totali di tutta la Norvegia (su una popolazione di 5 milioni e 300mila abitanti).

“Anche qui sono state adottate misure di contenimento che hanno previsto la chiusura di edifici pubblici come scuole, teatri, musei e la sospensione di attività culturali. Poi sono stati chiusi anche pub e ristoranti e c’è divieto di assembramenti con piu’ di 5 persone – spiega la piacentina -. La grande differenza con l’Italia è che il lockdown qui è stato parziale, nel senso che, oltre a uscire per fare la spesa, per ragioni di lavoro e salute, è ancora consentito fare passeggiate in luoghi non affollati e si può fare sport all’aria aperta. Queste misure di contenimento sembrano aver funzionato, quindi proprio in queste settimane ci stiamo inserendo nella fase 2, dove gli asili e alcune attività stanno riprendendo”.

Chiara Sala, come i colleghi dello studio di architettura per il quale lavora, è in smart working da diverse settimane. “All’inizio è stato un po’ difficile adattarsi, ma avendo comunque la possibilità di uscire nel tardo pomeriggio non credo ci si possa lamentare. Ovviamente la vita sociale è rimasta ai tempi dell’inverno norvegese, quindi molto limitata, ma a questo eravamo già abituati. Essendo in contatto con la comunità italiana a Oslo posso dire che la maggior parte degli italiani qui stanno seguendo le misure di contenimento adottate dal governo italiano, quindi in questo momento di lockdown parziale, usciamo molto meno dei norvegesi. In generale posso dire che sono molto fiera di essere italiana e orgogliosa di come Piacenza stia reagendo a questa prova durissima. Ma presto ci rialzeremo! Forza Piace!”

© Copyright 2021 Editoriale Libertà