Consiglio provinciale

“Costruzione del nuovo ospedale quanto prima e pacchetto di cantieri”

27 aprile 2020

Il primo consiglio provinciale (a distanza) in piena emergenza coronavirus non poteva che aprirsi con un ricordo emozionante per chi non ce l’ha fatta. Un pensiero commosso a tutte le vittime dell’epidemia, al sindaco di Ferriere Giovanni Malchiodi e allo storico esponente di Forza Italia Luigi Francesconi deceduti a causa del maledetto Covid: “Due persone – ha sottolineato il presidente Patrizia Barbieri – che non hanno mai smesso di spendersi per Piacenza”.

L’assemblea di corso Garibaldi – riunitasi stamattina in teleconferenza grazie alla piattaforma Lifesize – è poi entrata nel vivo dei lavori, giostrandosi fra le videocamere accese a intermittenza e il rimbombo dei microfoni. “Impegniamoci in maniera corale – ha esortato Barbieri – per richiedere un’accelerazione sui tempi per la costruzione del nuovo ospedale, attraverso uno snellimento burocratico e la semplificazione delle procedure”. Il consigliere provinciale e sindaco di Castelvetro Luca Quintavalla ha proposto uno shock economico di cantieri pubblici nel nostro territorio: “La Provincia di Piacenza dovrebbe istituire una cabina di regia con l’obiettivo di confezionare un pacchetto di cantieri condivisi in attesa di finanziamenti regionali e nazionali, ad esempio per l’edilizia scolastica, le piste ciclabili o i centri d’aggregazione. Il doppio scopo sarebbe quello di sostenere i comuni su opere pubbliche essenziali e dare un volano economico al tessuto imprenditoriale”. Un input raccolto anche dal presidente Barbieri: “Presentare progettualità comuni per un piano straordinario di opere pubbliche a Piacenza sarà un’iniziativa importante. La Provincia ha interventi pronti da eseguire per oltre 40 milioni di euro. Si tratterebbe di un impulso economico cruciale”.

Sempre a proposito dell’allerta sanitaria il consigliere provinciale e sindaco di Gragnano Patrizia Calza ha evidenziato come sia “fondamentale promuovere politiche di sostegno alla medicina territoriale, che si è rivelata cruciale nel contrasto al coronavirus”.

“RISORSE ECONOMICHE INSUFFICIENTI” – Il consiglio provinciale, poi, ha approvato l’esercizio finanziario 2019 dell’ente di corso Garibaldi (sette voti favorevoli, tre astenuti e zero contrari): “La fase critica è passata – ha analizzato Barbieri – ma le risorse sono sempre troppe poche rispetto alle esigenze della Provincia di Piacenza. In questo periodo di coronavirus le entrate fiscali hanno registrato una forte riduzione, in particolare per quanto riguarda le imposte sulle assicurazioni auto: se il governo centrale non compenserà questa diminuzioni, dovremo destinare l’avanzo finanziario all’equilibrio di bilancio, e non a nuovi investimenti sul territorio”.

Consiglio Provinciale

Debiti fuori bilancio

Rendiconto

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza