Intervento di Enpa

Orrore in un bosco a Rottofreno: cane massacrato nascosto in un sacco

30 aprile 2020

Un cane morto, forse ucciso a bastonate, e rinchiuso in un sacco dell’immondizia. È il macabro ritrovamento effettuato dalle guardie zoofile dell’Enpa in un’area boschiva nel Comune di Rottofreno. Le divise animaliste si sono attivate per verificare la situazione. “Visto che la zona del ritrovamento è compresa tra l’area picnic del percorso Tidone e il greto del torrente – spiega la referente provinciale dell’Enpa Michela Bravaccini – abbiamo proceduto immediatamente ai rilievi del caso, in primis alla ricerca di un eventuale microchip identificativo, purtroppo assente. Dopodiché, quindi, abbiamo svolto il sequestro penale della carcassa con l’accusa di uccisione di animale a carico di ignoti. L’istituto zooprofilattico ha eseguito un esame autoptico”. La capo-nucleo delle guardie zoofile spiega che – al termine della verifica tecnica – “il cane morto presenta numerose fratture riconducibili a un drastico evento traumatico, a supporto quindi dell’ipotesi di uccisione punibile penalmente. Si suppone che sia stato investito più volte, oppure massacrato a bastonate”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE