Treni e bus

Trasporto pubblico e Fase 2: “Passeggeri decuplicati in una settimana”

4 maggio 2020

Obbligo di indossare la mascherina e mantenere la distanza di sicurezza di almeno un metro dagli altri passeggeri. Anche per il trasporto pubblico è cominciata questa mattina, 4 maggio, la tanto attesa Fase 2, con numerose persone che (grazie alla diminuzione delle restrizioni) sono partite dalla stazione di Piacenza per ricongiungersi ai propri cari in altre città.

I passeggeri sono decuplicati nel giro di pochi giorni. “Esattamente una settimana fa – spiega un capotreno – a bordo del convoglio Piacenza-Bologna Centrale delle 12:14, vi erano quattro passeggeri. Questa mattina, invece, i viaggiatori erano una quarantina”. Il tutto, naturalmente, senza dimenticare le regole per la sicurezza. “A bordo dei treni – prosegue – oltre alla distanza da mantenere e alla mascherina obbligatoria, i viaggiatori potranno salire da apposite entrate segnalate da un cartello. Stesso discorso per quanto riguarda l’uscita”.

I controlli sono a discrezione del capotreno, mentre l’acquisto dei biglietti, per il momento, è esclusivamente online. Anche sui bus non è cambiato tanto rispetto a qualche giorno fa: i passeggeri, invece, sono nettamente aumentati.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia