Calendario venatorio

Da ieri aperta la caccia al cinghiale, dal primo giugno quella al capriolo

5 maggio 2020

Via libera al calendario venatorio per la stagione 2020-2021 valido in tutta l’Emilia-Romagna. Da ieri, 4 maggio, si è aperta la caccia di selezione al cinghiale per prevenire e ridurre i danni alle produzioni agricole. L’inizio generale della caccia, che interessa circa 38 specie nel territorio regionale, sarà invece dal 20 settembre e si chiuderà il prossimo 31 gennaio 2021.

“Come avevamo promesso – afferma l’assessore regionale all’agricoltura Alessio Mammi – abbiamo approvato il calendario venatorio e il piano di prelievo del cinghiale per aprire la caccia di selezione a una specie che ogni anno causa notevoli danni alle produzioni agricole. Lo abbiamo fatto in concomitanza dell’entrata in vigore delle nuove disposizioni del governo e dell’ordinanza del presidente Bonaccini in tema di emergenza Covid-19 che consente questo tipo di caccia con spostamenti nell’ambito provinciale nel rispetto delle distanze interpersonali di sicurezza”.

Tra le novità, nei Piani di controllo provinciali è stato stabilito che province e Città Metropolitana di Bologna si avvalgano anche degli agricoltori proprietari o conduttori di fondi muniti di licenza di caccia, opportunamente autorizzati. I Piani di controllo vengono condotti tutto l’anno negli ambiti del territorio dove la caccia è vietata come parchi, oasi, riserve, zone di ripopolamento.

Dopo la caccia di selezione al cinghiale, aperta il 4 maggio, il 1 giugno aprirà quella al capriolo, mentre il 3 settembre è prevista la preapertura per cornacchia, gazza, ghiandaia, tortora e merlo. E’ fissata al 20 settembre l’apertura generale della caccia, con chiusura il 31 gennaio 2021, ad eccezione delle specie in selezione che potranno essere cacciate fino al 31 marzo. Il calendario venatorio potrà essere consultato online sul portale regionale dell’agricoltura

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE