Carabinieri

Tradito dal metal detector, in manette magazziniere 33enne di Amazon

9 maggio 2020

Nuovo arresto dei carabinieri al magazzino Amazon di Castel San Giovanni. A finire in manette un trentatreenne pavese dipendente della multinazionale. Il giovane al termine del turno di lavoro si era nascosto addosso del materiale informatico ma al momento di lasciare il magazzino, è stato tradito dal metal detector. Il personale di sorveglianza ha così fermato il dipendente e ha telefonato al 112. Sul posto sono accorsi i carabinieri che hanno restituito il maltolto ai responsabili dell’azienda e condotto il giovane pavese in caserma.
Il processo che si è svolto online è stato rinviato e il 33enne è stato rimesso in libertà.

Nei giorni scorsi un magazziniere era stato arrestato e un altro denunciato per furto e tentato furto sempre allo stabilimento Amazon di Castel San Giovanni.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Provincia