Allarme Anmil

Lockdown: crollo degli infortuni, ma tanti invalidi senza lavoro

16 maggio 2020

Con la chiusura delle aziende, causa Coronavirus, si è registrato un crollo degli infortuni sul lavoro, anche nella provincia di Piacenza. La stima è di un calo del 16% delle denunce e di un -22% degli infortuni mortali. Anche le malattie professionali hanno subito una riduzione, tranne per quanto riguarda la categoria degli operatori sanitari, a rischio contagio. Dati ritenuti positivi dalll’Anmil di Piacenza, associazione nazionale lavoratori mutilati e invalidi del lavoro, da sempre in prima linea per sensibilizzare l’opinione pubblica sul tema della sicurezza. Numeri però destinati a risalire con la riapertura delle attività, in mancanza di attenzione da parte di imprese e dei lavoratori stessi. Ma ora la problematica impellente è un’altra. L’associazione lancia l’allarme della perdita di lavoro da parte di tanti associati, dovuta alla crisi inarrestabile delle aziende e alla chiusura di esse. Il presidente provinciale Maurizio Manfredi spiega: “Il mondo del lavoro ha subito gravi contraccolpi dovuti all’emergenza Coronavirus, con ricadute pesanti anche sugli invalidi. Speriamo che gli ammortizzatori sociali diano una boccata d’ossigeno alla categoria ma i fondi, in generale, sono ancora bloccati”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE