Effetti personali dei pazienti deceduti, l’Ausl chiama i familiari per la restituzione

27 Maggio 2020


Portafogli, cellulari, abiti: gli effetti personali dei pazienti morti per il Covid negli ospedali sono rimasti in corsia. Nei giorni infernali della pandemia era impossibile riconsegnarli ai familiari che non potevano entrare in ospedale.

L’Azienda sanitaria di Piacenza, sul proprio sito, fa sapere di aver predisposto un percorso per identificare e conservare tutti gli effetti personali delle persone degenti, trasferite o purtroppo decedute durante il ricovero in ospedale per l’emergenza Covid19. “L’obiettivo è quello di riconsegnare ai diretti interessati o alle famiglie gli oggetti rimasti nei reparti – si legge -.  I nostri uffici hanno cominciato a contattare i familiari per accordarsi sulle modalità, luogo e tempi di ritiro degli effetti personali, per garantite la massima sicurezza nella restituzione”.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà