“In due mesi donate quattro tonnellate di cibo a famiglie bisognose”

07 Giugno 2020

“Questo mondo non ci è stato dato in eredità dai nostri padri, ma in prestito dai nostri figli. È nostro dovere restituirlo migliore di prima”. E’ il motto dell’associazione William Bottigelli, una filosofia di vita che in periodi difficili come quello attuale assume un significato ancora  più forte: da sempre in prima linea quando si tratta di fare del bene, la Onlus piacentina non si è tirata indietro nemmeno in questa emergenza Coronavirus, che oltre a morte e sofferenza ha causato anche tanta povertà.

“Negli ultimi due mesi – spiega Mario Chitti, componente della Bottigelli – l’associazione ha donato ai più bisognosi circa quattro tonnellate di generi alimentari. Pasta, riso, olio, farina, zucchero, passata di pomodoro, biscotti, legumi e tonno in scatola sono solamente alcuni degli alimenti-base che le suore di Monsignor Torta, da sempre partner imprescindibile dell’associazione, hanno provveduto a consegnare a famiglie e persone in stato di indigenza. In questo modo la Fondazione Bottigelli continua nella sua opera di solidarietà e vicinanza al territorio. Il tutto  – ha concluso – viene reso possibile grazie alle donazioni dei soci e al ricavato delle cene e dei vari eventi di beneficenza organizzati durante l’anno dall’associazione”.

“Da noi vengono intere famiglie – afferma suor  Albina Dal Passo, Madre generale delle suore della Provvidenza – ma anche tante persone sole, genitori con bambini e anziani, senza dimenticare le parrocchie, che seguono tanta gente in difficoltà. Le persone da aiutare, spesso e volentieri, ci vengono segnalate dall’Associazione stessa, la quale ci affida il cibo che poi noi consegniamo a chi ne ha più bisogno”.

Oltre ai generi alimentari, la Onlus piacentina ha donato alle strutture ospedaliere del nostro territorio e alle forze dell’ordine, durante l’emergenza Covid, oltre 126mila paia di guanti protettivi.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà