E' stata poi liberata

Carpa da record pescata dal piacentino Filippo Bulla: “Quasi 25 chili”

10 giugno 2020

Il piacentino Filippo Bulla, nei giorni scorsi, ha pescato nel fiume Po (dalle parti di Roncarolo di Caorso) una carpa gigante di quasi 25 chili. Una cattura da record in piena regola,  oltre che un autentico spettacolo per gli amanti del carpfishing.

“E’ una delle carpe più grosse che abbia mai pescato” commenta mentre al timone della sua barca taglia in due le acque del Grande Fiume, che conosce come le proprie tasche da quando ha cinque anni. “Nel mondo della pesca alla carpa – spiega – quando l’esemplare catturato supera i 20 chili di peso viene considerato un eccellente bottino. Il fiume Po ne è ricco, e per questo attrae ogni anno pescatori da tutta Europa e non solo. Rimane il fatto che catturare una carpa di queste dimensioni fa sempre notizia e rappresenta un grande evento anche per i pescatori più navigati”.

Quali, dunque, i segreti per catturare esemplari di questa portata? “Senza dubbio – afferma – ci vuole una buona dose di esperienza ma soprattutto un bel po’ di fortuna. E poi – sorride – ogni pescatore che si rispetti ha i suoi piccoli trucchetti: guai a rivelarli. Quello che posso dire agli amanti degli animali è di stare tranquilli: dopo gli scatti di rito e la registrazione del peso, questa carpa ‘extra large’ è stata rilasciata, come prevede il regolamento. Anche questo significa rispettare il Grande fiume”.

Un tema, quello del custodire e preservare la bellezza del più grande fiume italiano, che sta molto a cuore a questo 30enne piacentino, tra le altre cose presidente dell’Associazione pescatori del Fiume Po. “Il Po è un’oasi – afferma – un autentico patrimonio di flora e fauna del tutto uniche che rischia tuttavia, di anno in anno, di scomparire. Il 99% dei piacentini, infatti, non comprende che tra le mani ha un grosso tesoro – conclude Bulla. – Per chi ama il fiume ciò che conta davvero è preservare questo gioiello e continuare a viverlo con rispetto e amore, senza inquinare né turbare l’ecosistema”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza Provincia

NOTIZIE CORRELATE