Ieri una vittima. Il sindaco: “Seimila chiamate ai Servizi sociali in due mesi”

13 Giugno 2020

È salito ieri a quota 962 la terribile conta delle vittime provocate dal Covid-19. Un decesso oltre a due nuovi contagi: questo il bilancio fornito dalla Regione che dunque aggiorna anche il numero di coloro che sono entrati in contato con il Coronavirus: sono ora 4.521.

Nel frattempo è tornata a parlare attraverso la sua pagina Facebook, Patrizia Barbieri. Il sindaco di Piacenza ha sfruttato il canale social per portare all’attenzione il gran lavoro svolto in queste settimane dagli operatori dei servizi sociali del comune.

“Come anticipato ieri, in questi giorni vorrei raccontarvi quanto lavoro è stato fatto dai nostri servizi sociali nel corso di questa emergenza – ha scritto il primo cittadino -. Inizierei dandovi qualche numero relativamente alle attività del “Segretariato sociale aree minori, adulti, anziani e disabilità”.

Le assistenti sociali di tutte le aree, telefonicamente e via mail, hanno accolto le richieste di aiuto pervenute, sia dagli utenti già in carico sia da chi chiamava per la prima volta, offrendo il proprio supporto e indirizzando sulle risorse e sulle possibilità di aiuto.

Sono state gestite oltre 6.000 telefonate in due mesi, con 440 utenti anziani monitorati dalle assistenti sociali dell’area adulti.

L’ufficio minori ha continuato a monitorare le famiglie già in carico erogando i servizi da remoto, compresi l’assistenza domiciliare educativa e le attività dei centri socio educativi. Circa 90 famiglie con minori dall’inizio emergenza hanno ricevuto sostegno economico diretto (contribuzione) ed indiretto (borsa viveri)”.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà