Da oggi è possibile far visita ai parenti nelle residenze per anziani

15 Giugno 2020

Riprendono da oggi le visite agli ospiti nelle Case residenza per anziani.
Per quanto riguarda le strutture sociosanitarie per anziani non autosufficienti e i centri socioriabilitativi residenziali per persone con disabilità, le linee guida regionali prevedono ingressi limitati e scaglionati, visite su appuntamento e con una durata indicativa di trenta minuti.
Se possibile, le visite dovranno essere limitate a un solo familiare, che all’ingresso sarà sottoposto alla misurazione della temperatura.
E ancora, al momento della prenotazione ai visitatori verrà fatto un colloquio telefonico sul rischio Covid-19, e non potranno accedere alla struttura coloro che nella valutazione abbiano evidenziato sintomi compatibili con il virus o siano stati esposti a rischio di contrarre l’infezione. Le visite saranno comunque autorizzate dopo il parere favorevole dei responsabili delle strutture. Dovranno inoltre essere individuate aree dedicate agli incontri optando preferibilmente per spazi esterni. Non è ammesso l’accesso di familiari e parenti agli spazi di degenza, come le camere da letto, tranne in casi particolari e su autorizzazione della direzione sanitaria.

OGGI RIAPRONO ANCHE LE CAMERE ARDENTI
Sempre oggi riaprono ai visitatori le camere ardenti degli ospedali di Piacenza, Castel San Giovanni e Fiorenzuola. L’esposizione sarà possibile solo per i defunti per cui non sia sospetta o accertata patologia Covid19. Per permettere l’opportuno distanziamento sociale dei visitatori, saranno ospitati al massimo due feretri per camera ardente.
L’accesso alla camera in cui è esposto il feretro del congiunto è consentito a un massimo di due visitatori per volta, dotati di mascherina. Non sono permessi addobbi. Dalle indicazioni descritte, sono esclusi i casi di decesso per Covid19 o sospetti tali.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà