Anche per minacce

Stalking, chiesti due anni per Maila Conti. A settembre il processo per omicidio

29 giugno 2020

Chiesti due anni di pena per Maila Conti, accusata di stalking nei confronti di Luisa Cavanna, ex moglie di Leonardo Politi e di minacce nei confronti dei carabinieri e del titolare del ristorante Casino Agnelli. Politi era poi stato ucciso dalla Conti con una coltellata la scorsa estate a Lido Adriano dove la coppia gestiva un chiosco di generi alimentari.Al termine dell’udienza la Conti ha commentato: “Io ho sempre fatto del bene a questa famiglia ho pagato il matrimonio e la comunione delle figlie di Politi e vi sono audio e documenti che lo testimoniano”.

L’avvocato della Conti ha parlato di testimonianze contraddittorie sostenendo la completa innocenza della sua assistita: “Nel settembre del 2010 la Conti e Politi si sono trasferiti a Piacenza dove hanno avviato un’attività commerciale e successivamente a Lido Adriano. Si sono così allontanati definitivamente dalla famiglia d’origine di Politi e come potrebbero esservi stati atti persecutori?”.
Il giudice ha rinviato la sentenza al prossimo 20 luglio.

Al momento la Conti si trova agli arresti domiciliari presso la sua casa di Quadrelli con l’accusa di omicidio. Il processo per questo delitto è previsto presso il tribunale di Ravenna (competente per Lido Adriano) il 10 settembre.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Val Trebbia

NOTIZIE CORRELATE