Il provveditore regionale: “A settembre studenti in aula con la mascherina”

09 Luglio 2020

Studenti seduti uno accanto all’altro con la mascherina. E’ questa la soluzione ritenuta “ragionevole” dall’Ufficio scolastico regionale per la ripartenza delle lezioni a settembre. Lo spiega il direttore generale Stefano Versari ai presidi dell’Emilia Romagna, compresi quelli del nostro territorio.

COME DISPORRE I BANCHI – “Si osserva che la configurazione a nido d’ape è peggiorativa rispetto a quella a scacchiera. Prudenzialmente, per assicurare il distanziamento di un metro, si potrebbe considerare necessaria una superficie lorda a studente variabile da 1,8 a 2,1 metri quadrati, al fine di tenere conto anche di dimensioni d’aula maggiormente svantaggiate”.

DISTANZIAMENTO NELLE AULE – “Il comitato tecnico scientifico – prosegue Versari – ha previsto il distanziamento minimo di un metro da bocca a bocca e di almeno due metri tra l’insegnante e i banchi. Nei giorni scorsi la Regione Emilia Romagna ha emanato un’ordinanza con cui nei trasporti pubblici viene consentita l’occupazione di tutti i posti a sedere. Oggi è quindi possibile viaggiare in treno affiancati gli uni agli altri, su sedili che non consentono alcun distanziamento fra passeggeri, alla sola condizione dell’uso della mascherina. Appare dunque ragionevole – in attesa del pronunciamento richiesto al comitato tecnico scientifico – procedere con le operazioni di configurazione delle aule considerando il distanziamento statico”.

MODALITÀ OPERATIVE – L’ufficio scolastico regionale ritiene che occorra “liberare le aule da arredi e strutture come armadi e scaffalature per aumentare gli spazi utili e semplificare le operazioni di pulizia, nonché costituire uno o più gruppi di lavoro per la configurazione delle aule. A questa operazione andrà fatta seguire la segnatura a pavimento dei posizionamenti e la redazione di planimetria di configurazione di ciascun locale”. Sono questi, in sintesi, i consigli dell’ente istituzionale per facilitare i dirigenti scolastici nelle operazioni di riorganizzazione del servizio scolastico.

© Copyright 2021 Editoriale Libertà