Squadra mobile di Roma

Immigrazione clandestina e prostituzione, in manette trans a Piacenza

9 luglio 2020

Favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sfruttamento della prostituzione: con questa ipotesi di accusa, l’operazione “Luna Brasiliana” della squadra Mobile di Roma è arrivata fino a Piacenza. Nella nostra città, infatti, gli agenti hanno messo in manette un trans brasiliano di 38 anni conosciuto con il soprannome di Michaela.

Le indagini, partite nel 2017, si sono focalizzate su due gang di presunti sfruttatori che si contendevano in modo violento una zona della capitale. Michaela avrebbe fatto parte di una delle bande con il compito di controllare una decina di persone avviate alla prostituzione sulla strada: si tratterebbe di una vera e propria “holding” dedita al favoreggiamento dell’immigrazione illegale e alla permanenza su territorio nazionale di cittadini extracomunitari (perlopiù brasiliani), al loro sfruttamento e al riciclaggio dei proventi della prostituzione con il reinvestimento occulto nella gestione di discoteche.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza