“Secondo te ci divertiamo?”: Ecco l’audio del pusher picchiato alla caserma Levante

22 Luglio 2020

 

Sequestro di persona e tortura sono parte delle accuse di cui devono rispondere alcuni militari coinvolti nell’operazione Odysseus per un episodio avvenuto l’8 aprile 2020. L’indagine, coordinata dalla procura, ha portato all’arresto di dieci carabinieri e al sequestro della caserma Levante di Piacenza.

Quel giorno un presunto spacciatore era stato arrestato e condotto alla caserma di via Caccialupo dove ha subito una serie di percosse finalizzate all’ammissione del reato e alla rivelazione dei luoghi in cui egli deteneva la sostanza. Ottenuta l’informazione è stato accompagnato alla propria abitazione per consegnare la droga ai militari. Per quell’episodio, oltre a tortura e sequestro di persona gli indagati devono rispondere anche di falsità materiale commessa da pubblico ufficiale, falsità ideologica, perquisizione personale arbitraria, violenza o minaccia per costringere a commettere un reato, autocalunnia.

L’audio è stato registrato dalle intercettazioni telematiche nel pomeriggio dell’8 aprile 2020 ed è stato divulgato dalla procura durante la conferenza stampa del 22 luglio.

 

© Copyright 2021 Editoriale Libertà