Sulla vicenda Levante

Carabinieri arrestati, il ministro Lamorgese: “Persone non degne dell’ Arma, minato il presidio di legalità”

29 luglio 2020

“È un episodio incredibile, che ha minato quello che era un presidio di legalità che invece è diventato lo spettro di attività illegali e non accettabili da parte di appartenenti a forze di polizia”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Luciana Lamorgese in visita a Sorbolo in provincia di Parma, a proposito dell’inchiesta sulla caserma Levante dei carabinieri di Piacenza.

“L’attività di un nucleo di persone che non è degno di far parte dell’Arma dei carabinieri non può minare quella che è l’opinione che tutti abbiamo dell’Arma – ha proseguito il ministro -, un’istituzione sana che sta sul territorio e aiuta nell’attività quotidiana e opera per il contrasto della criminalità. È un comportamento gravissimo, gente non degna, lo ripeto più volte. Ma dobbiamo distinguere: non si può minare una grande istituzione come l’Arma”.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE