Piacenza

Controversia familiare, quattro indagati per circonvenzione d’incapace

30 luglio 2020

Una complessa controversia familiare, che vede al centro un ex docente universitario assistito da un amministratore di sostegno, è sfociata in un’inchiesta della procura che ora vede indagate quattro persone: Annalisa Belloni, moglie dell’ex docente (con solo rito canonico), l’avvocato Alessandro Miglioli, Mario Poggi e Giampietro Taina. L’ipotesi d’accusa è concorso in circonvenzione di incapace. Secondo la procura sarebbero stati compiuti atti diretti a condizionare la nomina dell’attuale amministratore di sostegno del professore di 80 anni.

I provvedimenti del gip, che ha accolto le richieste della procura, sono stati notificati ieri, 29 luglio. Per la moglie è stato disposto il divieto di avvicinamento al professore. Per l’avvocato Miglioli è stata disposta la sospensione per sei mesi dall’esercizio della professione forense.
Miglioli respinge con fermezza le accuse formulate dal pm e annuncia che nell’interrogatorio di garanzia, fissato per il 6 agosto, presenterà istanza di revoca del provvedimento che lo riguarda. In subordine, in caso di rigetto, farà appello al Tribunale del Riesame, auspicando una trattazione in tempi rapidi data la gravità della misura cautelare adottata. A Piacenza – come anche sul piano nazionale – sono pochissimi i precedenti di sospensione dalla professione di avvocato in corso di causa, senza che l’interessato sia stato sentito per esporre le sue ragioni, e in ogni caso non sulla base di una sentenza.

“Mentre non nascondo l’amarezza – dichiara l’avvocato, che è anche vicepresidente dell’Editoriale Libertà – mi sento pure pienamente sereno in coscienza riguardo alla correttezza degli atti compiuti”. Punto nodale della vicenda sarebbe il cambio dell’amministratore di sostegno, avvenuto nel febbraio di quest’anno 2020. Su richiesta del professore, fu sostituito l’avvocato Salvatore Dattilo. Nuovo amministratore di sostegno è l’avvocato Claudia De Monti, nominata dal giudice tutelare.

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE