Un decesso

Coronavirus: 65enne si arrende dopo 4 mesi e mezzo di calvario. Oggi impennata con otto nuovi contagi

30 luglio 2020

Si è arreso dopo quattro mesi e mezzo di calvario, trascorsi presso una struttura di Bologna, un piacentino di 65 anni colpito dal Covid-19. L’uomo, di Cadeo, è morto nelle scorse ore dopo aver lottato contro il virus che non gli ha lasciato scampo, nonostante le cure e l’impegno dei sanitari. Intanto il Coronavirus, nella nostra provincia, ha fatto registrare oggi, 30 luglio, un incremento di otto contagi rispetto alla giornata di ieri, portando il totale a 4.605. Cinque di quelli trovati positivi al Covid, sono emersi da controlli su persone rientrate o in procinto di andare all’estero, due da tamponi pre-ricovero e un caso estemporaneo di persona con sintomi.

DATI REGIONALI – Dall’inizio dell’epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 29.634 casi di positività, 35 in più rispetto a ieri, di cui 20 persone asintomatiche individuate nell’ambito delle attività di contact tracing e screening regionali. I guariti salgono a 23874 (+9): circa l’81% dei contagiati da inizio crisi.

DECESSI E NUOVI CONTAGI – Si registrano purtroppo due decessi oltre a quello piacentino: si tratta di una donna della provincia di Bologna e di un uomo in quella di Ferrara. Questi i nuovi casi di positività sul territorio, che si riferiscono non alla provincia di residenza, ma a quella in cui è stata fatta la diagnosi: 4.605 a Piacenza (+8 di cui 2 sintomatici), 3.765 a Parma (+3), 5.092 a Reggio Emilia (+2), 4.126 a Modena (+8, di cui 7 sintomatici), 5.260 a Bologna (+4, di cui 2 sintomatici); 427 a Imola, 1.083 a Ferrara (invariato); 1.155 a Ravenna (+3 di cui 2 sintomatici), 992 a Forlì (invariato), 830 a Cesena (+1) e 2.299 a Rimini (+6, di cui 2 sintomatici).

© Copyright 2020 Editoriale Libertà

categorie: Cronaca Piacenza

NOTIZIE CORRELATE